venerdì 20 giugno 2014

AGGIORNAMENTO PROGETTO ASIRA – PALESTINA

Solo oggi riesco a trovare cinque minuti per ringraziare tutti coloro che stanno sostenendo l'idea che ho lanciato con quest'appello: http://www.samanthacomizzoli.blogspot.com/2014/06/appello-importante.html
Ma soprattutto per dare un aggiornamento, che forse farà sbarrare gli occhi a qualcuno.
Oggi ho consegnato i soldi che mi avete mandato ad Hakima per le sedie e il tavolo del centro per le Donne e i bambini di Asira. Era molto contenta e presto scriverà lei, allegando le foto, due parole.
Devo, invece, dare un altro tipo di comunicazione per quanto riguarda la creazione di un gruppo di attivisti nel villaggio di Asira.
Due giorni dopo che ho lanciato l'appello e quando ero sul posto per iniziare a pulire l'appartamento, qualcuno ha fatto pesanti pressioni su chi ci affittava la casa.
Parrebbe, infatti, che l'ANP non gradisca la presenza degli internazionali sul posto in modo permanente. Quello era l'unico appartamento che si poteva affittare nel villaggio, ma questa è la meno. Infischiarsene è impossibile (o giocare di forza) perchè i primi a pagare sarebbero i Palestinesi del villaggio che vogliono lavorare con noi, inoltre arriverebbe subito la polizia (o palestinese o israeliana). In un primo tempo avevo pensato di annullare tutto e di scrivere ad ognuno che aveva inviato i soldi, per sostenere le spese iniziali degli attivisti, per ridare indietro i soldi.
Siccome io però sono una sognatrice testa di cazzo, cioè di quelle che non mollano mai; ho trovato l'appartamento in un villaggio vicino e il progetto di lavorare ad Asira va avanti. Non scrivo, ovviamente, dov'è l'appartamento visto com'è andato il primo appello.

Ringrazio tutti e rinnovo l'appello a venire qui per gli attivisti.

2 commenti:

  1. la tua caparbietà ti fa onore Samantha...

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina