sabato 7 aprile 2018

LETTERA AL TG5






Mail: redazione.tg5@mediaset.it



  • Alla redazione TG5 mediaset
  • al direttore TG5 di mediaset
  • a Cesara Buonamici


Egregi Voi tutti, ieri sera nell'edizione TG5 delle ore 20,00 avete mandato in onda un servizio giornalistico su Gaza.
Poichè mi trovavo a casa di amici con la tv accesa ho avuto modo di vederlo:

- le video-riprese erano girate dal lato dei soldati israeliani,
  • vi era un'intervista ad ufficiale israeliano in inglese e non sottotitolata ove l'unica parola capibile da tutti era “terrorist”,
  • all'interno del servizio veniva data la notizia che i palestinesi avevano bruciato tantissimi copertoni delle auto, che avevano tirato sassi e avevano, altresì, protestato
  • e, sempre all'interno del servizio, veniva data la notizia di 8 palestinesi uccisi a fronte di una comunque più scarsa partecipazione rispetto al precedente venerdì.
  • A servizio finito, veniva data a voce la notizia, dalla Signora Cesara Buonamici, che a Novara era stato fermato un palestinese che si era radicalizzato.
Quello che avete fatto, e che ho elencato, è PORNOGRAFIA. E, sono certa, qualcuno si è fatto anche delle seghe.

Egregi Voi tutti:
  • lo scorso venerdì a Gaza, i cecchini israeliani hanno fatto tiro al piattello su persone (palestinesi) uccidendo 19 persone disarmate e ferendone 1462. Fra questi ci sono feriti gravi, donne alle quali hanno sparato al ventre, bambini ai quali hanno sparato in bocca, persone alle quali hanno sparato alle gambe mentre erano chini a pregare.
  • Quest'ultimo venerdì, i cecchini israeliani hanno rifatto il tiro al piattello su persone (palestinesi) uccidendo 10 persone, fra queste vi è un giornalista armato di fotocamera ed un altro bambino di 14 anni. 1200 feriti.
Non è necessaria la vostra pornografia per proteggere israele, sono 70 anni che sta compiendo un genocidio, impunito. Poichè la Pietà non è selettiva, vi allego le foto “dell'esercito palestinese” che è stato bersaglio dei soldati questi due venerdì, e,
VI CHIEDO

di comunicare in un servizio al Tg5, quanti israeliani sarebbero stati feriti e/o uccisi a Gaza in questi “scontri”.

Samantha Comizzoli
video reporter
(sparata, rapita, imprigionata, torturata e deportata dall'esercito israeliano)



Nessun commento:

Posta un commento